SPALLA TERAPIA

spalla mix

Esempio di due pazienti con la medesima sindrome e medesimo risultato finale.

Primo- Uomo di 50 anni, professione Carrozziere.
Per suo interesse personale il Paziente seguiva i Corsi di aggiornamento Acuscope in Milano dove tenevo una giornata di aggiornamento e in quella situazione ci siamo conosciuti in quanto prestandosi come soggetto di esempio terapia ha subito avvertito un cambiamento al dolore e alla mobilità articolare.
Gli era stata diagnosticata una parziale lacerazione del tendine del bicipite dx, con conseguente continuo stato infiammatorio doloroso, anche notturno, e presentava una manifesta limitata mobilità articolare. L’elevazione del braccio verso l’alto sia frontale che laterale, non raggiungeva l’altezza delle spalle. Una situazione che si è modificata in modo immediato sin dalla prova dimostrativa pratica.
Nella seguente anamnesi in studio è stato poi accertato che tale situazione coesisteva da più di un anno, le cure farmacologiche non aveva dato nessun risultato positivo e ormai l’unica soluzione consigliata era quella dell’intervento chirurgico in quanto la patologia oltre che dolorosa era anche invalidante per il lavoro, limitandogli anche il semplice uso della pistola a spruzzo.
Nell’attesa che gli venisse indicata la data di ricovero ospedaliero, dopo l’immediata risposta positiva ottenuta, aveva deciso di fare un tentativo con la Terapia Acuscope.

La prima applicazione è stata eseguita con l’uso sia dell‘Acuscope che del Myopulse e il risultato ottenuto sul dolore era stato quello di farlo divenire un fastidio, con elevazione quasi completa dell’arto. Come mia consuetudine si era conclusa con l’applicazione del KinesioTaping.

La Terapia è continuata per altre 8 applicazioni, nelle quali è stata anche inserito l’Algonix, e la conclusione finale è stata una completa scomparsa di ogni sintomatologia, con la ripresa della sua attività senza più limitazioni e l’annullamento dell’intervento chirurgico.
A quasi due anni di distanza, il risultato si è mantenuto stabile e ottimale

Secondo- Uomo di 28 anni.

In questo caso, il paziente essendo anche un giocatore di pallone non professionale, era già un mio cliente abituale.
Il dolore alla spalla si è presentato a seguito di un incidente in moto che gli aveva causato un violento trauma articolare. La riabilitazione era stata correttamente seguita e tutte le componenti traumatiche si erano regolarizzate, a parte il dolore articolare alla spalla che però si era presentato solo alcuni mesi dopo.
Ecografia e radiografia non avevano indicato nessun problema particolare, così dopo un certo periodo di dolore e risultati farmacologici negativi, si era sottoposto alla RM, che aveva evidenziato un parziale distacco del tendine del bicipite. Anche per lui era stata diagnosticato un intervento chirurgico.
Venuto nel mio studio per altri problemi, parlandomi di quello attualmente più disturbante, aveva accettato il mio consiglio di tentare con la Terapia Acuscope.
Il miglioramento del movimento articolare è stato ottenuto sin dalla prima terapia, mentre, a parte un leggero miglioramento, la sintomatologia dolorosa si è nettamente abbassata solo con la terza applicazione.
Sono servite sei applicazioni per raggiungere un il risultato ottimale di scomparsa del problema e anche per lui sono state utilizzate le apparecchiature Acuscope-Myopulse e Algonix, oltre a interventi manuali di modalità Osteopatica e applicazioni di KinesioTaping.
Il risultato finale è stato identico al paziente sopra descritto, compresa la sospensione dell’intervento chirurgico e anche per lui, ad un anno di distanza, la situazione è normalizzata senza problemi di ritorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *