Recupero funzionale del calcagno

le-mansRECUPERO FUNZIONALE DEL CALCAGNO

In occasione delle prove per la 24 ore di Le Mans, che si svolgevano all’autodromo del Mugello. Ho avuto modo di trattare con la Terapia Acuscope-Myopulse, il pilota di formula uno e squadra corse Alkfa Romeo, Jacque Lafitte.
PATOLOGIA
In seguito ad un incidente avvenuto anni prima , Lafitte aveva fratturato in modo devastante il calcagno sinistro.
Dopo la riabilitazione aveva ripreso la sua attività, ma nonostante tentativi e cure di ogni genere, dopo circa una mezz’ora al volante, iniziava a sentire dolori lancinanti al piede che poco a poco si irradiavano a tutta la gamba. L’unica soluzione che gli permetteva di continuare era ormai una massiccia dose di antidolorifici.
Nonostante un suo marcato scetticismo, grazie alle insistenze del Dott. Bartoletti (medico ufficiale fiat), si faceva convincere a sottoporsi alla terapia Acuscope-Myopulse prima di iniziare il suo tempo di prove, che consisteva in tre ore di pista seguite da una pausa di altre tre ore.
Dopo aver fatto la terapia, iniziava il suo turno di tre ore, al termine delle quali, mi ritrovavo un pilota entusiasta e sbalordito. Per tutto il tempo dei suoi giri in pista non aveva avvertito alcun dolore e questo senza la solita assunzione farmacologica.
Sono rimasto 24 ore all’autodromo e in ogni momento di pausa ho dovuto, per insistenti richieste, ripetere la terapia anche se non era necessario in quanto il dolore non si era mai ripresentato.
In seguito Lafitte ha inviato una lettera alla squadra corse Alfa Romeo, consigliando l’acquisto dell’apparecchiatura quale indispensabile supporto per i loro piloti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *